Archivi tag: libri

ARTE DI ASCOLTARE E MONDI POSSIBILI – MARIANELLA SCLAVI

Oggi vi lascio una frase sulla quale riflettere. Non è farina del mio sacco.
L’ha scritta Marianella Sclavi. Sto leggendo il suo testo “Arte di ascoltare e mondi possibili. Come si esce dalle cornici di cui siamo parte –  Bruno Mondadori“, che ho acquistato scontato su Amazon.

 

 

 

Di fronte all’esperienza del terreno che frana sotto i piedi la risposta giusta non è quella di puntarli con maggiore forza, ma di librarsi a una spanna da terra.

 

 

 

 

“Cinquanta sfumature di grigio, nero e rosso”: IL ROMANZO-EROTICO DELL’ESTATE

Rieccomi con i consigli per i libri da portarsi sotto l’ombrellone… per quelle di voi che hanno voglia di qualcosa di più stuzzicante, un tocco erotico, ma infondo anche di una vena romantica, non potevo non menzionare per voi la trilogia “Cinquanta sfumature di..” che pare essere presa d’assalto anche qui in Italia.
E.L. James l’autrice del romantico-erotico che si è giadagnato il primo posto in classifica sul New York Times, e-book, Sunday Times e Amazon.
Io ho cominciato per curiosità acquistando il primo della serie, Cinquanta sfumature di grigio,  in Autogrill (ma vi consiglio i supermercati che hanno sempre un buon 15% di sconto) e devo dire che nonostante le 500 e più pagine l’ho letto in brevissimo. Qualche parte un po’… come dire.. un po’ meno dinamica e scorrevole, non ha frenato la mia curiosità e la voglia di acquaistare il secondo volume della serie, Cinquanta sfumature di nero, subito dopo aver terminato il primo… è ovvio che acquisterò anche il terzo: Cinquanta sfumature di Rosso!!!!


Vi dovrei forse raccontare la trama.. mmm.. no dai… perchè svelarvi così la sorpresa?!!!!!!!!!! Vi dico solo che i protagonisti sono Anastasia, giovane e bella studentessa deliziosamente innocente e ingenua e Christian Grey, giovane imprenditore miliardario con oscuri desideri sessuali e segreti…

Io dico che va semplicemente letto!

Ma per le più esigenti e curiose:

Cinquanta sfumature di grigio – E.L. James – Trama.
Cinquanta sfumature di nero – E.L. James – Trama.
Cinquanta sfumature di rosso – E.L. James – Trama.

Le opinioni rispetto alla trilogia di E.L. James vanno in ogni direzione, io sono curiosa di conoscere la vostra! Già letto? Com’è stato? Lo acquisterete?

Libri per Agosto 2012: relax tra gialli, thriller, letteratura e romanzi

Si ha poco tempo durante l’anno per dedicarsi alla lettura di qualche bel libro, impegnato o easy che sia. L’estate è un buon momento. A me piace molto rilassarmi con un libro leggero nelle mie pause di relax. Volano via i pensieri e la mente è assorbita a costruire immagini della storia che stiamo leggendo. Niente di più benefico per spegnere la nostra vocina interiore che di solito fomenta le nostre ansie… manderemo in vacanza anche lei!
Vi propongo allora qualche nuovo titolo, poi starà a voi aggiungere liste ai primi consigli e a scegliere il libro, o i libri, che vi accompagneranno durante la vostra vacanza.
Mi ha incuriosito il sito Garzanti e prendendo spunto da lì vi do qualche riferimento per gialli e thriller:

Nel romanzo di Brad Meltzer, “L’archivio proibito“, dicono che i colpi di scena da brivido non verranno a mancare. Questo sembra essere uno dei libri più cercati in questa calda estate. Meltzer ci porta negli Archivi Nazionali di Washington dove un giovane archivista, un giorno, riesce a entrare portando alla luce segreti che non avrebbero mai dovuto essere svelati.

 


I carnefici stranieri di Hitler” di Christopher Hale riapre invece una delle pagine più sanguinose e controverse della Seconda Guerra Mondiale: l’arruolamento di cittadini tedeschi, danesi, belgi, francesi, inglesi, russi, rumeni, norvegesi, finlandesi, italiani e perfino arabi, nelle file del Terzo Reich, per portare avanti un assurdo progetto di sterminio.

 

Interessanti sono anche i letterari: “Bella tutta! I miei grassi giorni felici” di Elena Guerrini e il divertente “Le ricette di Nefertiti” di Bruno Gambarotta.
Il titolo di quello che vi sto per segnalare mi ha già stuzzicato… eg sì io vado molto a istinto: sensazione che mi danno titolo e copertina! Restiamo in quei tempi, ma spostiamoci oltre i confini del romanzo di finzione, per lanciare “La donna vestita di rugiada” di Ying Hong, che ci porta nella Shangai del 1941, dove la cantante e attrice più importante e famosa di tutto l’Oriente, tornerà a infiammare la platea del suo Paese, ma con un segreto nel cuore: quello di essere una spia americana e di avere tra le mani le sorti del conflitto mondiale.

 
Parliamo adesso di un caso letterario in Inghilterra, ovvero “Piccoli passi di felicità” di Lucy Dillon. Un romanzo tenero e divertente, che ci porta a scrutare l’anima malinconica della protagonista, Juliet, e a esplorare il mondo dei dogsitter. Esaltato dalla stampa nazionale e non solo, “Piccoli passi di felicità” potrebbe rivelarsi un caso anche qui in Italia, grazie specialmente alle recensioni positive che ha avuto.

 
Che dire poi de “Il segreto dell’ultima estate” di John Harding, già acclamato dalla critica. Un viaggio a Malta, un segreto da affrontare, una famiglia da salvare: sono questi i principali ingredienti della fatica di questo autore già nell’occhio (benevolo) della critica.

 
Un bestseller anche da noi sarà il romanzo di Lynda La Plante, maestra della suspense ed esaltata dalla critica, che con “Profiler” rivisita il mito di carnefice e vittima, regalandoci due personaggi che ci rimarranno impressi nella mente per molto, moltissimo tempo.

 
Vi lascio con il romanzo di Julia Stagg, “La locanda dei sogni ritrovati“, sta facendo innamorare anche i lettori italiani, grazie a uno stile assolutamente impeccabile e alle storie affascinanti che ruotano attorno al paesino di Fogas, un piccolo paese nei Pirenei, con tutte le vicende che ivi accadono.

 

Bene allora, attendo vostri consigli, intanto… buone vacanze e buona lettura!

 

Brodo caldo per l’anima…

Un libro fatto apposta per tutti noi. Non dovrebbe assolutamente mancare, ed infatti appena ho saputo di cosa tratta l’ho acquistato!

Brodo caldo per l’anima di Jack Canfield e Mark V.Hansen, a  €13.50 circa, ha già più edizioni e la struttura del testo vi permettere di scegliere di partire anche dall’ultimo scritto.

Qualche storia, ricorda proprio la legge dell’attrazione… ne avevamo parlato, vi ricordate?

Comunque il testo è strutturato così:  ogni gruppo di storie ha un argomento conduttore, nel terzo volume ad esempio avrete queste storie:
– 9 sull’Amore
– 7 su Genitori e figli
– 6 su Imparare a insegnare
– 10 sulla Morte e il morire
– 9 su una Questione di Punti di Vista
– 5 su una Questione di Atteggiamento
– 12 su Superare gli ostacoli
– 6 su Sapienza Eclettica

Se volete gustare qualche assaggio leggete questo forum: http://forum.alfemminile.com, potrete trovare qualche storia interessante!

Bene con questa piccola chicca spero di avervi stimolato la giornata e la curiosità, buona lettura e dateci i vostri consigli!

Gli animali più belli del mondo…. per me è!!!

Eccoci qui a parlare di un animale per me stupendo!

IL GATTO.

Di gatti ce ne sono tanti, di tante razze e provenienze ma il denominatore comune, chi ha il gatto lo sa bene, è che è un animale sinuoso, schivo, pragmatico.

Cosa significa per un gatto? Non si muove senza raggiungere un obiettivo ben preciso, le sottigliezze le lascia ad altri animali… Ed è proprio questo che piace alle persone che affittano la propria casa ad un gatto. Forse anche con un pizzico d’invidia di fronte a questa meravigliosa dote naturale che invece tanti di noi devono faticare per acquisire ed affinare.

Ad esempio questi gatti non stanno mica guardando il vuoto, non stanno ammirando il panorama, sicuramente osservano qualcosa che per loro è molto utile, ad esempio una preda!

il nostro gatto ha un nome antico, Felis silvestris catus. si dice che sia stato addomesticato dall’uomo, rispetto ad altri animali, solo più di recente. Per questo mantiene comportamenti visibilmente selvatici.

Quello che invece si scopre vivendo con loro è che a modo loro parlano basta ascoltarli molto attentamente! C’è un libro per chi fosse curioso dell’argomento: Parole da gatto, qui trovate indicazioni su come interpretare il vostro gatto, nel bene e nel male. Anche loro possono soffrire! (lo trovate nel sito ibs.it scontato!!!)

La mia biblioteca è ricca di libri sul gatto tecnici o romanzi. Mi piace sfogliarli, rileggerli e poi osservare la mia micia per capire un pò meglio io e lei come siamo messe… Chissà come interpreta lei le mie parole e i mie suoni. Intanto so che “adora” quando canto, si affretta a raggiungermi ovunque io sia e comincia a strusciarsi alle gambe… Sarà apprezzamento? O devo farmi venire qualche dubbio???

Insomma, magari mi sta consigliando di intonare meglio un DO!

Vi consiglio di leggere qualche storia curiosa su questo sito amico dei gatti, gattoamico.it, appunto! Potrete anche trovare sfondi per il vostro pc!

“Ho il tuo numero” di Sophie Kinsella

Rieccomi dopo qualche giorni di assenza a parlarvi di un libro. Continuo a vedere questa copertina ovunque e anche se non l’ho ancora letto ho pensato che è senz’altro il caso di farci un articoletto. Il genere è molto soft, divertente e leggero, e ultimamente sono attratta da questo genere per il gran bisogno di leggerezza di cui sento di aver bisogno. E credo di non essere l’unica. Direi che è il libro per chi di noi ama le commedie divertenti e romantiche. Niente romanzi rosa, solo due risate e una storia che può capitare a qualcuna di noi.
Sto parlando del libro uscito a novembre di Sophie Kinsella: Ho il tuo numero.
Lo ammetto, magari dopo i trenta non è una delle letture più gettonate, ma secondo me una storia come quella che racconta Kinsella ci svuota la testa dai pensieri.
Perciò perchè no, e in ogni caso, è il regalo azzeccato per una  ventenne sognatrice, sorella, cugina, amica.
La nuova eroina kinselliana si chiama Poppy, fa la fisioterapista, è prossima alle nozze con un bellissimo e bravissimo professore universitario, ed è un po’ sbadatella e con la testa tra le nuvole, a tal punto che nel bel mezzo di un party si perde l’anello di fidanzamento e si fa scippare il telefonino. E come tante di noi lì sta la sua vita, quindi, più che per l’anello forse, la perdita del telefonino crea un bello scossone emotivo. Oltretutto lì stanno i numeri per organizzare il matrimonio dei suoi sogni perciò va decisamente recuperato! Mentre cerca il suo anello in cestino trova però un cellulare nuovo di zecca, non il suo, ma un telefonino che in qualche modo la rimette comunque in contatto con il mondo. Certo è che qualcuno sta cercando proprio quel telefonino…
Insomma Ho il tuo numero di telefono è una commedia degli equivoci leggera e divertente per chi ha voglia di rilassarsi e sognare un po’. Io lo comprerò di certo! Ah, il prezzo? 19.90.. ma provate nei supermercati, in genere si riesce anche ad avre il 20% di sconto!
Vi ricordo gli altri testi della serie di Sophie Kinsella:
Buona lettura!

PAROLE PARAVENTO, nuovo libro di Claudio Nutrito

Parole Paravento, vuole essere un manuale vivace e irriverente che finge di voler insegnare l’arte sottile della conversazione vacua. In realtà ci mette a nudo e ci spinge a soffermarci e riflettere sulle rassicuranti certezze e sui luoghi comuni con i quali tentiamo di descrivere la realtà e fare colpo sugli altri. Parole utili quando non si ha niente da dire, nel senso di parole versatili che possono essere utilizzate in diverse ambiti, possono essere il nostro salvagente in situazioni di crisi.

Lo potete trovare su bol, con un pò di sconto.

Claudio Nutrito , è autore dei libri Non tutto il marketing vien per nuocere e Voglio essere più creativo! Casa editrice, Franco Angeli

Manager all’interno di varie aziende, ha scritto articoli apparsi su diverse testate, ne potete trovare molti sul sito del centro di formazione manageriale e gestione di impresa, (CTC), oppure potete accedere direttamente al suo sito da qui: claudionutrito. it

Il nuovo libro di Fabio Volo: Le prime luci del mattino

Oggi ho voglia di leggere e non ho in casa nessun libro che mi ispira. Faccio un giretto all’esselunga e lì suglia scaffali vedo l’ultimo romanzo di Fabio Volo: Le prime luci del mattino.

Bene:io adoro Fabio Volo! Mi piace lui e mi piace la sua voce sexi. Non pernsate anche voi?

Ho letto tutti i suoi libri precedenti: Esco a fare due passi (2001), E’ una vita che ti aspetto (2003), Un posto nel mondo (2006), Il giorno in più (2007), il mio preferito, forse perchè è stato il primo e Il tempo che vorrei (2009).

Non posso certo farmi mancare “Le prime luci del mattino“.

Così recita la trama:

la protagonista è Elena e parla in prima persona. Non è soddisfatta della sua vita, il suo matrimonio si trascina con poca passione nella routine. Il marito è ormai come un fratello. “Non viviamo insieme, insieme ammazziamo il tempo. Abbiamo stupidamente pensato che due infelicità unite potessero dar vita a una felicità”.

Tutto era già stabilito nella vita di Elena ma un giorno Elena sente che qualcosa inizia a scricchiolare. La passione e il desiderio entrano a far parte della sua vita e lei deve mettersi in discussione.
Forse si rende conto che la felicità esiste ma che magari è in un mondo che lei non ha mai avuto il coraggio di esplorare, per paura di buttarsi, di sbagliare.
“Per anni ho aspettato che la mia vita cambiasse, invece ora so che era lei ad aspettare che cambiassi io.”

Io so già che Fabio Volo confermerà le sue doti.  So che molti non sono d’accordo ma io leggendo i suoi romanzi mi sono divertita e ho riso a crepapelle, poco dopo ho pianto commossa e poi mi immaginavo al posto di ogni personaggio e ho pensato alla mia vita, a come cambiarla, a come non ripetere gli errori dei protagoniosti.

A me piace il suo modo di scrivere, semplice, reale, pieno di sentimento, schietto e sincero. Senza fronzoli va diretto a colpire i nostri stati interni.

Gli argomenti che tratta entrano davvero nel cuore e ci permettono, o costringono, a dare uno sguardo al nostro modo di vivere, forse troppo routinario.
Avrò sicuramente ulteriori opinioni e critiche a libro letto. E se qualcuno ha già commenti, forza!

Per comprarlo online scontato vai qui

E non dimenticate di ascoltarlo in radio ne Il volo del mattino dalle 9.00 alle 10.00 radio deejay. Strepitoso. Io lo adoro!

Libri: novità in uscita giugno 2011

Sempre in tema di libri ecco alcune novità in uscita di questo mese: giugno 2011. Chissà quale di questi ci colpirà tra gli scaffali?

Un autore noto, scrittore italiano tra i più amati, che torna in libreria, è Andrea Camilleri con “Il gioco degli specchi” (Sellerio editore). Una nuova indagone per il commissario Montalbano: una bomba è stata messa in un deposito. Mafia? Il commissario si muove tra manomissioni di automobili, lettere anonime, indizi sbagliati, donne avvenenti e un proiettile conficcato nella sua auto. Nuovi intrighi per gli appassionati di questo genere creano suspence e a quanto si prevede, non smentiscono le doti dello scrittore. Per gli appassionati del genere non c’è altro da fare che correre a comprare il libro per un confronto.

Degno di nota è “Il viaggio di Ibn Fattouma” del premionobel Nagib Mahfuz.  E’ la storia di un uomo che, deluso dall’amore, decide di partire per un viaggio verso il paese di Gebel, un luogo da cui nessuno è mai riuscito a fare ritorno. La sua carovana dovrà attraversare cinque nazioni e cinque religioni. Che cos’è veramente la terra di Gebel? Il viaggio di Ibn Fattouma è una favola magica che percorre il labirinto dell’animo umano e il suo desiderio mai appagato di felicità.

Per le donne che amano leggere di altre donne:

Tu non sei come le altre madri“di Angelika Schrobsdorff (editore E/O), una donna cosmopolita e anticonformista come la protagonista del suo romanzo. I libri di questa attrice di successo e le sue raccolte di racconti sono stati tutti casi editoriali.

“Tu non sei come le altre madri”, con oltre cinquecentomila copie vendute in Germania, si preannuncia come il suo ennesimo successo. Attraverso lettere, fotografie, ricordi e testimonianze prende vita la figura di Else Kirschner, figlia di genitori ebrei, che cresce volendo vivere la sua vita fino in fondo e volendo avere un figlio da ogni uomo che ama. Ecco allora Fritz, Hans ed Erich, mariti, compagni, amanti e padri di Peter, Bettina e Angelika. Sullo sfondo la Prima guerra mondiale, gli anni ’20 tra  concerti, teatri e feste, gli anni ’30 e il nazismo, le leggi razziali e l’esilio in Bulgaria.

Le storie di donne destano in me sempre un certo interesse. Sarà il prossimo a entrare nella mia libreria?

Poi abbiamo, tra i libri considerati una rivelazione: “Un pirata piccolo piccolo ” di Amara Lakhous (editore E/O). Il protagonista è un impiegato alle poste di Algeri, Hassinu. Ha 40 anni ma non lo sa, perché è nato il 29 febbraio: senza preavviso passa da 36 a 40 anni e si sente in qualche modo scippato della propria vita, come molti della sua generazione cui hanno rubato i migliori anni della vita. L’autore racconta una generazione, un paese che ha anticipato, in qualche modo, quello che sta succedendo oggi in tutto il mondo arabo.

Avevo ventitré anni. Il terrorismo stava entrando con prepotenza a far parte della nostra vita quotidiana, e la situazione non prometteva niente di buono.. Le risposte che la società mi dava non mi convincevano, avevo bisogno di elaborare una mia personale visione del mondo”.

Ne hai già letto qualcuno?Si accettano consigli.


Il linguaggio segreto dei fiori: trovare tempo per sè

Certe volte sento il bisogno di prendermi un po’ di tempo per me.  Credo che sia fondamentale, in mezzo allo scorrere a volte incessante della nostra quotidianità, ricordare a se stessi di prendersi un po’ di spazio, una sosta per rigenerarsi.

Da piccola non sono mai stata una grande lettrice ma adesso mi piace concedermi un bel libro. Non necessariamente intenso, alle volte anche divertente e leggero, ma ho capito come una lettura mi possa regalare calma mentale scacciando i pensieri negativi e come poi la mia creatività ed immaginazione possano tornare ad allenarsi in questi momenti di relax e spazio personale.

Mi piace sbirciare nelle librerie, non in quelle troppo grandi, passeggiare tra i libri e sentirmi naturalmente attratta da un titolo, da una parola, da una copertina. Più semplicemente mi capita di fermarmi al reparto libri di Esselunga mentre faccio la spesa, e se l’occhio cade su un testo in particolare, allora provo ad aprirlo, a leggere due o tre parole, per vedere se ho qualche bella sensazione.

Questo mese è successo con “Il linguaggio segreto dei fiori”. Mi ha colpita il titolo e ho poi notato che tra le varie copie esposte c’erano delle differenze: fiori diversi per ogni copia: rosa, gerbera, camomilla, boungaville (idea della Garzanti per l’edizione italiana)

Un significato per ogni fiore: le rose per la grazia e l’eleganza, la camomilla per emergere dalle difficoltà, la gerbera come l’allegria di un’inattesa speranza e i bouganville per la passione. Naturalmente non conoscevo il significato dei fiori prima della lettura.. scelsi la gerbera arancio.

In realtà non sempre riesco ad azzeccare il libro giusto con questo metodo, ma “Il linguaggio segreto dei fiori” mi ha piacevolmente coinvolta sin dalle prime pagine.

L’autrice, Vanessa Diffenbaugh, racconta attraverso un personaggio forte e fragile allo stesso tempo, una vicenda di sofferenza ma anche di un incredibile sete di vita. La protagonista è Victoria, una ragazza di diciotto anni con un passato difficile: abbandonata dai genitori, passa l’infanzia da una famiglia adottiva all’altra, fino a che incontra Elizabeh, una donna speciale che le sconvolge drammaticamente la vita e che gliela cambia trasmettendole un dono speciale: la capacità di conoscere il linguaggio segreto dei fiori.

Victoria però ha paura di amare, di lasciarsi amare e trasportare da parole e emozioni. Ha paura del contatto fisico, l’unico tocco che sopporta è quello dei petali dei fiori.

Soltanto un ragazzo di nome Grant riesce a smuoverla e sembra conoscere i suoi segreti. La ragazza infatti si porta dentro una ferita che è una colpa che non riesce a cancellare dal suo cuore. Per fortuna esistono i fiori…

Ce n’è uno per ogni male dell’anima. Vuoi sapere qual’è il tuo?