Archivi tag: pensiero positivo

La coscienza e il potere curativo dell’acqua: le ricerche di Masaru Emoto

L’acqua è la risorsa fondamentale per tutte le forme di vita sul nostro pianeta, la sua qualità e la sua integrità sono essenziali per la loro sopravvivenza. Ci basti pensare che il nostro corpo è fatto per il 70% di acqua!!!!! Un sorprendente messaggio ci giunge dall’acqua attraverso le ricerche di Masaru Emoto.
Al Dr. Masaru Emoto, scienziato e ricercatore giapponese,  venne l’idea di esporre l’acqua alle vibrazioni della musica, di parole sia scritte che dette e fin anche dei pensieri e preghiere. La scoperta straordinaria è che i cristalli di acqua reagiscono alle vibrazioni mutando di struttura. Le immagini parlano da sole. Guardate come diventano meravigliosi i cristalli quando reagiscono alle musiche di Bach, Chopin, alle parole come “Grazie” e “Amore“e alle preghiere!
E al contrario guardate cosa accade ai cristalli di acqua con le vibrazioni di parole del “discorso di Hitler”.

Questo significa che l’acqua, sia quasi un nastro magnetico liquido in grado di registrare in modo molto sensibile le informazioni energetiche che riceve dall’ambiente.
Immaginate cosa può voler dire sottoporre il nostro corpo, fatto dal 70% di acqua, a vibrazioni benefiche con parole, pensieri, musica e preghiera. Se davvero l’acqua del nostro corpo sollecitata da melodie, frasi di amore e gratitudine e pensieri positivi può migliorare la sua struttura significa che il nostro stato fisico può migliorare. Non sarebbe male vero?Non significa che basti immergersi di pensieri di questo genere rivolti all’acqua del nostro corpo per guarire da ogni male ma se in questo ci fosse anche una piccola percentuale di verità, allora sarebbe davvero il caso di sperimentare! E così dovremmo fare pensando all’acqua di fiumi, laghi, mari. Pensate a quanto di negativo è sottoposta l’acqua del nostro pianeta! Se potessimo cambiare la struttura dell’acqua non sarebbe meraviglioso?!
Promotore di un nuovo progetto, che invita le persone ad inviare sentimenti di amore all’acqua che scorre in zone del mondo particolarmente a rischio, Masaru Emoto, avvicinandosi alle scoperte della fisica quantistica, spiega in questo nuovo straordinario incontro italiano quanto sia proprio la coscienza di ognuno di noi a co-creare la nostra realtà fisica. Io dico che varrebbe la pena di partecipare!
In diversi dei suoi libri Masaru Emoto dimostra come il ruolo del tutto unico dell’acqua nel trasportare la vibrazione naturale di  parole come “gratitudine” e “amore“, possa aiutarci ad accogliere il cambiamento e a vivere una vita più positiva e felice. Introduce e spiega il concetto-chiave di risonanza, il veicolo attraverso cui viene trasmessa l’energia della forza vitale. Da questa conoscenza ricava lezioni che possiamo applicare alla nostra vita per raccogliere i frutti benefici della risonanza positiva, tra cui quello di avere relazioni più armoniose con gli altri, ristabilire la nostra salute e migliorare la nostra capacità di comunicazione con gli altri.
Secondo me è un argomento straordinario che merita di essere approndito. Altri articoli interessanti che ne parlano:

Il video vi spiega tutto molto bene. Guardatelo:

Qui di seguito vi elenco i testi di Masaru Emoto tradotti in italiano:

Voi che ne pensate?! Conoscete l’argomento? Avete letto qualcosa?

2012: non solo shopping

Il 2012 è cominciato e vi dovete decisamente aspettare notizie su tutto ciò che riguarda lo shopping perchè, lo sappiamo, è la forma più immediata di benessere che conosciamo noi donne. Sappiamo anche che dopo l’estremo senso di piacere che sperimentiamo nel provare nuovi capi, selezionarli e acquaistarli, dall’esatto momento dopo aver strisciato la nostra carta di credito, arriva una fastidiosa ondata di sensi di colpa.
Questa è la parte peggiore che non ci fa vivere al meglio la perfetta giornata passata tra i negozi o per siti e-commerce.
Cosa fare?
Risparmiare? Comprare solo durante saldi e svendite? No! Io dico che l’obiettivo del 2012 non deve essere rinunciare ma arricchire!
Se noi tutti potessimo davvero lavorare su noi stessi e aumentare autostima e risorse interne allora potremmo aprire davanti a noi infinite possibilità, anche lavorative. Perchè restare sempre ferme al qui e ora?
Io dico sì a nuovi corsi, a nuovi lavori. Lo so che c’è la crisi e che ogni volta che si accende la tv non facciamo che sentire gente che non ce la fa più a vivere, che non arriva a fine mese, che deve pagare più tasse, ma dobbiamo davvero arrenderci? O forse è il caso di “tirar su le maniche” e darci da fare per cambiare le cose?
Nessuno dice che è facile ma sono fermamente convinta che vivere bene si può!
E non sto dicendo che per vivere bene sia necessario uno stipendio da capogiro ma che sviluppando le proprie potenzialità e predisposizioni diventiamo persone migliori dentro, con noi stesse, con gli altri, persone più solide che, perchè no, possono concedersi qualche vacanza e qualche sfizio in più. Non siete d’accordo?

Ecco perchè avrete sicuramente più notizie su shopping, cure estetiche, prodottti di bellezza ma anche tanti consigli su come sviluppare quei desideri che solitamente fugaci ci illuminano la giornata,  poi rimangono chiusi nel solito cassetto pieno di cianfrusaglie che li soffocano. Sì lo so, nella testa avete già mille “ma e però”, ed è proprio su questi “ma e però” che io intendo riflettere insieme a voi. Possiamo davvero trasformarli in un “si può“? Oppure sono davvero troppi da sopraffarci?
Per ora vi ricordo che l’attegiamento positivo è tutto, anche quando la situazione sembra essere altamente frustrante. L’essere umano è fatto per reagire positivamente.
“Chi ben comincia è a metà dell’opera” è la frase che mi balena da stamattina. Allora che io, che sono il contrario dell’organizzazione, ho preso in mano l’agenda fissando bene ogni singolo appuntamento lavorativo e non, facendo spazio alle nuove cose e non dimenticando il tempo per le persone che amo. Cominciate bene anche voi!

Autostima: la cura di sè

Oggi parlerò nuovamente di autostima. L’estate è ormai in pieno ritmo e soprattutto noi donne tendiamo a concentrarci maggiormenti suoi nostri difetti adesso che ci dobbiamo scoprire un po’. Cellulite, smagliature, difetti più o meno evidenti non fanno che attirare i nostri sguardi.

Così va a finire che ci deprimiamo e che le nostre giornate si caricano di negatività. Complice lo stress lavorativo e il caldo che ci fa dormire meno, arriviamo a sera piuttosto imbronciate e magari un po’ apatiche. Non che i maschietti siano esenti da paranoie, ma questo è un blog prettamente femminile no?

Pochi accorgimenti possono migliorare il nostro stato interno e la percezione che abbiamo di noi stesse.

Innanzittutto coccole a volontà: uno scrub è qualcosa che sicuramente rigenera le nostre cellule e prepara la pelle alla tintarella. Ma perchè non aggiungere un bel massaggio tonificante? E che ne dite di un trattamento rivitalizzante per i nostri capelli dalla parrucchiera? Mezz’ora tutta per noi a prenderci cura del nostro corpo arricchisce anche lo spirito.

Poi passiamo alla terapia urto per sentirci più belle: coraggio davanti allo specchio ad elencare i nostri pregi! Concentriamoci sulle parti di noi che diamo per scontate e che tendiamo a non vedere quando lo sguardo cade sui soliti difetti, e facciamo un bell’elenco!

Cerchiamo di concentrare la nostra attenzione sulle parti di noi che ci piacciono e valorizziamole. La cosa basilare è poi spostare l’attenzione non solo nostra ma anche altrui dai difetti ai pregi.

Se non abbiamo le gambe di Naomy Campbell concentriamoci sul decoltè. Via libera a magliette scollate e alle belle collane vistose che catturano lo sguardo. Se invece siamo un po’ carenti qui allora proviamo a valorizzare altre parti del nostro corpo scegliendo abiti che mettano in risalto le notre parti migliori. Anche per le più timide io direi di osare un po’.

Un bel rossetto può fare miracoli e non dimentichiamoci di puntare tutto sull’acconciatura, arricchendola magari con fermacapelli, cerchietti o quant’altro possa renderci più sofisticate e luminose. Anche un semplice pantalone e una t-shirt possono essere arricchiti con qualche accessorio particolare che non ci faccia apparire poco curate e anonime.

Approfittate dei saldi. Io ho trovato bellissimi accessori da Oltre. Bracciali, collane, foulard e cinture sfiziose per dare vita al tuo look.


In tutto questo non deve mancare una ricercata consapevolezza dei nostri pregi caratteriali. Coivolgere le persone dal punto di vista comunicativo è tutto. Cerchiamo allora di farci anche un bell’elenco delle nostre doti: dolcezza, spirito, simpatia,semplicità, ascolto, altruismo e chi più ne ha più ne metta.

Gli aspetti caratteriali positivi, le doti, si assopiscono se ci facciamo sopraffare dal pessimismo e va a finire che utilizziamo poco anche ciò che di noi potrebbe spiccare e interessare. Allora è necessario ricordare a noi stessi come siamo fatti e fortificare quei lati di noi che sappiamo essere gradevoli e coinvolgenti.

Insomma, come dire, puntiamo sulle risorse e non sulle mancanze! Non dimentichiamoci che è assolutamente più gradevole essere ricordati per la nostra capacità di stare in mezzo agli altri piuttosto che per un bel nasino alla francese.

Quindi cerchiamo di valorrizzare l’aspetto con accessori, colori e cura del corpo, ma facciamo anche un bel lavoro sulle altre qualità altrimenti di noi agli altri rimarrà ben poco!!!